Giugno 14, 2024

donovanrossetto.it

Il sito ufficiale del noto "The Journalist" Italiano Donovan Rossetto

La curiosa storia del gatto Oscar

Il gatto Oscar, vissuto a Rhode Island negli Stati Uniti, aveva uno straordinario potere: poteva predire la morte. Ecco i dettagli.

La storia del gatto Oscar inizia nel luglio 2005, quando il personale dello Steere House Nursing and Rehabilitation Center di Providence, Rhode Island, Stati Uniti, ha adottato un gattino randagio per far sembrare la residenza più simile a una casa.

Lo chiamarono Oscar, dal nome di una famosa marca di salsicce. Quello che non sapevano era che il gatto aveva un potere insolito: predire la morte.

Non era un gatto molto socievole e spesso sibilava quando qualcuno cercava di accarezzarlo. Tuttavia, dopo sei mesi, gli infermieri iniziarono a notare uno schema inquietante. Ogni volta che un paziente moriva, Oscar veniva trovato addormentato accanto a lui.

Dopo la tredicesima volta che ciò accadde, lo staff e il suo medico principale, il dottor David Dosa, si convinsero che l’animale possedesse un’abilità speciale.

I test del dottore

Il dottor Dosa ha deciso di verificare l’ipotesi e come medico, conosceva i segni di una persona morente. Quindi ha messo il Oscar accanto ai pazienti che credeva avrebbero presto avuto il loro tempo.

Ma il gatto si rifiutava di restare, preferendo andare dall’altra parte dell’edificio o sedersi accanto a qualcuno che sarebbe morto entro due ore.

«Non commette troppi errori. “Sembra di capire quando i pazienti stanno per morire”, dichiarò allora il medico.

In qualche modo, il gatto era in grado di percepire quando una persona stava per morire. Potrebbe essere stato un odore unico, che il corpo emetteva quando le sue cellule morivano, o forse era una sorta di abilità di tipo sciamanico.

La maggior parte dei residenti morenti, aveva già perso la capacità di parlare o pensare, quindi non erano a conoscenza della visita di Oscar, che segnalava la loro imminente partenza.

Tuttavia, il personale della casa di cura lo utilizzava come chiaro segno di morte e avvisava la famiglia e gli amici della persona morente, per poter trascorrere le ultime ore con la persona amata.

Ogni volta che qualcuno era vicino alla morte, il felino curioso si avvicinava al suo letto e faceva le fusa, cosa che accadeva fino a quattro ore prima, ma mai meno di due ore prima della morte.

L’unica volta in cui Oscar non era presente è stato quando un membro della famiglia, ha chiesto che il gatto fosse portato fuori dalla stanza. In quell’occasione, il felino fu lasciato fuori dalla porta.

Il gatto Oscar morì il 22 febbraio 2022 e negli anni in cui visse, la gente lo vedeva come se fosse un angelo gentile e peloso, che forniva conforto ai morenti prima che le loro anime lasciassero questo mondo. Infatti, alcuni parenti dei defunti furono così grati, che lo menzionarono elogiandolo nei necrologi.

Qua sotto vi lasciamo alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Condividi la notizia!