Luglio 25, 2024

donovanrossetto.it

Il sito ufficiale del noto "The Journalist" Italiano Donovan Rossetto

Presunta creatura umanoide fotografata in una foresta. Ecco le immagini.

Una telecamera notturna, adatta per fotografare animali selvatici, ha ripreso una probabile figura umanoide, nel mezzo di una foresta.

La figura di una strana creatura umanoide, è stata fotografata da una telecamera installata nella foresta di un luogo sconosciuto.

L’autore, che ha trovato l’immagine nella memoria della fotocamera, l’ha condivisa sui social media, sottolineando che la fotocamera era destinata a fotografare animali selvatici come i cervi, attivati ​​dal rilevamento del movimento. Si supponeva che l’area fosse interdetta agli estranei, perchè era proprietà privata.

La creatura nella foto somiglia a un essere umano, ma i suoi occhi emettono una luce brillante, simile al riflesso visto negli animali di notte.

Il fotografo mette in dubbio la presenza di una persona, soprattutto se entra a sua insaputa, poiché la fotocamera è stata impostata per catturare la fauna selvatica, non le persone.

Questa è una fotocamera installata nel bosco, impostata per scattare foto quando rileva movimento, lo scopo principale è scattare foto di cervi e altri animali selvatici. Non c’erano persone che potessero trovarsi nel bosco in quel momento e bisognava muoversi per spegnere la telecamera. Cos’è questo?“, ha affermato il ragazzo.

La figura appare nuda e insolitamente magra, cosa ritenuta peculiare per un’ambientazione forestale selvaggia. Il fotografo esclude la possibilità che si tratti di un senzatetto, sostenendo che sarebbe stato a conoscenza di tali individui nella sua proprietà, rilevando tracce della loro presenza.

Pur riconoscendo la natura sfocata della foto, l’autore considera la possibilità che si tratti di uno scherzo intenzionale o di una bufala. Tuttavia, sottolinea, che le telecamere da caccia catturano spesso eventi bizzarri nelle foreste.

FONTE: anomalien

Qua sotto vi lasciamo alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Condividi la notizia!