Aprile 22, 2024

donovanrossetto.it

Il sito ufficiale del noto "The Journalist" Italiano Donovan Rossetto

Arrestati tre giovani a Pordenone: un caso di rapina, estorsione e furto con una ragazza coinvolta

A Pordenone, una vicenda inquietante ha portato all’arresto di tre minori, tra cui una ragazza, accusati di rapina aggravata, estorsione e furto aggravato.

La loro vittima, un coetaneo, è stato minacciato con un coltello su un autobus diretto a Sacile, costretto a consegnare i suoi vestiti di valore, tra cui un giubbotto e scarpe da ginnastica. Ma l’audacia dei giovani non si è fermata qui: utilizzando le chiavi di casa sottratte durante l’aggressione, si sono introdotti nell’abitazione della vittima, arraffando gioielli di famiglia.

Il gruppo, composto da un giovane di origine albanese e due italiani, tutti sopra i 14 anni, è stato prontamente individuato dai Carabinieri di Pordenone. L’arresto è stato eseguito su ordine del GIP del Tribunale per i Minorenni di Trieste, a seguito di una richiesta del P.M. incaricato del caso. Tra le misure cautelari adottate, due dei giovani sono stati destinati alla custodia in un Istituto di Pena, mentre il terzo è stato collocato in comunità.

La vicenda ha avuto inizio a fine gennaio, quando i tre, viaggiando su un autobus, hanno intimidito la loro vittima con un coltello, costringendola a consegnare i propri beni. In seguito, approfittando dell’assenza della vittima, si sono introdotti nella sua abitazione per compiere ulteriori furti.

La rapida denuncia della vittima ha permesso ai Carabinieri di intervenire tempestivamente, catturando i tre giovani nei pressi dell’abitazione e successivamente nella zona della Stazione delle Corriere di Pordenone. La ragazza è stata la prima ad essere fermata, seguita a breve dai suoi complici.

Questo episodio solleva nuovamente questioni urgenti sulla sicurezza dei giovani e sulla necessità di prevenire atti di violenza e criminalità tra minori, evidenziando l’importanza della vigilanza e dell’educazione come strumenti fondamentali nella lotta contro la delinquenza giovanile.

Condividi la notizia!