Febbraio 27, 2024

donovanrossetto.it

Il sito ufficiale del noto "The Journalist" Italiano Donovan Rossetto

Il capo di OpenAI è preoccupato per l’utilizzo dell’IA per compromettere le elezioni

WASHINGTON, 16 maggio (Reuters) – Il CEO di OpenAI, la startup dietro ChatGPT, ha dichiarato martedì a una commissione del Senato che l’uso dell’intelligenza artificiale per interferire con l’integrità elettorale è una “area di preoccupazione significativa”, aggiungendo che necessita di regolamentazione.

“Sono nervoso per questo”, ha detto il CEO Sam Altman a proposito di elezioni e intelligenza artificiale, aggiungendo regole e linee guida necessarie.

Per mesi, aziende grandi e piccole hanno corso per portare sul mercato un’intelligenza artificiale sempre più versatile, lanciando dati infiniti e miliardi di dollari nella sfida. Alcuni critici temono che la tecnologia aggraverà i danni alla società, tra cui pregiudizi e disinformazione, mentre altri avvertono che l’IA potrebbe porre fine all’umanità stessa.

“Non c’è modo di mettere questo genio nella bottiglia. A livello globale, questo sta esplodendo”, ha affermato il senatore Cory Booker, uno dei tanti legislatori con domande sul modo migliore per regolamentare l’IA.

La senatrice Mazie Hirono ha notato il pericolo di disinformazione con l’avvicinarsi delle elezioni del 2024. “Nel contesto elettorale, ad esempio, ho visto una foto dell’ex presidente Trump arrestato dalla polizia di New York ed è diventata virale”, ha detto, insistendo con Altman sul fatto che considerasse l’immagine falsa dannosa.

Altman ha risposto che i creatori dovrebbero chiarire quando un’immagine viene generata piuttosto che fattuale.

Parlando per la prima volta davanti al Congresso, Altman ha suggerito che, in generale, gli Stati Uniti dovrebbero prendere in considerazione i requisiti di licenza e test per lo sviluppo di modelli di intelligenza artificiale.

Altman, a cui è stato chiesto di esprimere un’opinione su quale IA dovrebbe essere soggetta a licenza, ha affermato che un modello in grado di persuadere o manipolare le convinzioni di una persona sarebbe un esempio di “grande soglia”.

Ha anche affermato che le aziende dovrebbero avere il diritto di dire che non vogliono che i loro dati vengano utilizzati per la formazione sull’intelligenza artificiale, che è un’idea in discussione a Capitol Hill. Altman ha affermato, tuttavia, che il materiale sul Web pubblico sarebbe un gioco leale.

Altman ha anche affermato che “non direbbe mai” all’idea della pubblicità, ma ha preferito un modello basato su abbonamento.

La Casa Bianca ha convocato i principali amministratori delegati della tecnologia, tra cui Altman, per affrontare l’IA. Allo stesso modo, i legislatori statunitensi stanno cercando di agire per promuovere i benefici della tecnologia e la sicurezza nazionale limitandone l’uso improprio. Il consenso è tutt’altro che certo.

Condividi la notizia!