Giugno 20, 2024

donovanrossetto.it

Il sito ufficiale del noto "The Journalist" Italiano Donovan Rossetto

Vulcano in Islanda: evacuata una città

A causa di una imminente eruzione di un vulcano in Islanda, viene dichiarato lo stato di emergenza.

Fagradalsfjall, questo è il nome del vulcano in Islanda, potrebbe eruttare in breve e per questo motivo una città islandese, che ospita 4.000 persone, potrebbe essere devastata.

Grindavík, situata vicino alla capitale Reykjavik, potrebbe subire gravi danni in pochi giorni, come si deduce dai 2.800 terremoti, di magnitudo compreso tra 3 e 5,2, verificatisi all’ingresso del vulcano Fagradalsfjall questo fine settimana. A causa di questo rilascio di tensione, è probabile che il magma abbia un percorso facile verso la superficie.

Il magma si trova ora a una profondità molto bassa, circa 800 metri, quindi prevediamo un’eruzione tra un paio di giorni”, ha affermato Vidir Reynisson, capo della Protezione civile e gestione delle emergenze islandese.

In risposta all’intensa attività sismica, la “Laguna Blu”, famosa per le sue sorgenti termali e gli hotel di lusso vicino a Grindavík, è stata chiusa per precauzione.

Piani di emergenza

A causa delle frane a Reykjanes, purtroppo non sarà possibile salvare il bestiame e gli animali da fattoria dalla zona di pericolo definita, che attualmente è chiusa fino a nuovo avviso.

Grindavík, situata a soli 1,38 km a sud-ovest dell’epicentro sismico, ha attivato piani di evacuazione in previsione di una possibile eruzione. In effetti, la polizia islandese ha chiuso una strada chiave che porta da nord a sud verso questa città, a causa dei danni causati dai terremoti.

Inoltre, l’impianto geotermico di Svartsengi, un fornitore chiave di elettricità e acqua per 30.000 residenti nella penisola di Reykjanes, ha attivato piani di emergenza per proteggere la struttura e il suo personale in caso di eruzione.

Con 33 sistemi vulcanici attivi, l’Islanda, soprannominata la “Terra del fuoco e del ghiaccio”.

FONTE: Mysteryplanet

Qua sotto vi lasciamo alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Condividi la notizia!