Febbraio 26, 2024

donovanrossetto.it

Il sito ufficiale del noto "The Journalist" Italiano Donovan Rossetto

H.H. Holmes: il serial killer che ha ucciso più di 200 persone

Oggi parliamo dell’assassino seriale H.H. Holmes, che ha sequestrato e ucciso nel suo castello, oltre 200 persone.

Il primo serial killer i cui crimini erano ampiamente conosciuti, si chiamava H.H. Holmes, un americano che costruì un castello con 100 stanze per porre fine alla vita di più di 200 persone.

Il castello degli orrori, aveva porte con muri di mattoni dietro esse, che confondevano gli spettatori, per non parlare dei corridoi progettati per impedire a chiunque tentasse di attraversarli: il posto sembrava un labirinto degno delle storie più spaventose.

Gli inizi

Holmes arrivò a Chicago nel 1885, pochi anni prima di diventare un serial killer, e ha subito lavorato in una farmacia di proprietà di un uomo di nome ES Holton, che stava morendo di cancro. Dopo la morte di Holton, Holmes acquistò la farmacia dall’allora vedova del proprietario.

Si scopre che, oltre ad essere un assassino, Holmes non pagava i debiti e quando la vedova si rese conto che non avrebbe ricevuto i soldi della vendita, cercò un avvocato che l’aiutasse a recuperare la farmacia. Poco tempo dopo, la donna morì “misteriosamente”.

Holmes riuscì ad acquistare un altro pezzo di terreno di fronte alla farmacia, sul quale iniziò a costruire un grande edificio che teoricamente sarebbe diventato un albergo. La costruzione dell’hotel era di per sé strana, poiché Holmes assunse e licenziò diverse società di costruzioni durante la costruzione dell’edificio. Ciò ha permesso solo a Holmes di rendersi conto, quanto fosse curiosa la struttura nel suo insieme.

La struttura fu chiamata: l’Hotel della Fiera Nazionale, nome dovuto alla EXPO che si svolta a Chigago nel 1893.

Quando la fiera iniziò, Holmes cominciò la serie di crimini che lo resero il primo serial killer negli Stati Uniti. Rapiva i visitatori degli eventi, li portava nel suo castello/albergo e li torturava, con metodi crudeli che prevedevano l’avvelenamento da gas e la reclusione in stanze segrete, completamente insonorizzate.

Holmes aveva delle cameriere, tutte donne, giovani e completamente subordinate a lui. L’assassino costringeva le vittime a stipulare un’assicurazione sulla vita, inserendo sempre il nome di Holmes come beneficiario.

L’EXPO di Chicago durò quattro mesi e durante quel periodo morirono più di 200 persone. Quando la fiera finì, Holmes lasciò la città e continuò a compiere truffe assicurative, sposando anche diverse donne, per poi ucciderle.

Fortunatamente l’assassino fu catturato a Boston e la polizia arrivò poi al castello degli orrori, che conteneva ancora tracce di crudeltà, con carcasse in decomposizione e una scena davvero spaventosa. Holmes fu giustiziato tramite impiccagione nel 1896 e il castello fu demolito. Oggi l’edificio è un ufficio postale.

Qua sotto vi lasciamo alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Condividi la notizia!